Regione Lazio: approvata l'esenzione ticket per infortunio per Forze dell’Ordine

  • 16 / 02 / 2022 117 Views

ROMA - La Segreteria Regionale del SIM Carabinieri Lazio a nome del Segretario Generale Regionale Antonio Basile, di concerto con il Segretario Generale Nazionale Antonello Serpi, coglie l’occasione per ringraziare la Giunta della Regione Lazio e tutte le forze politiche che la compongono,  per l’attenzione e la vicinanza dimostrate in merito all’accoglimento della richiesta presentata (oramai tre anni orsono) relativa all’annoso problema dell’esenzione dal ticket in caso di infortunio di personale delle Forze dell’Ordine, nonché di personale della Protezione Civile, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e della Polizia Locale.

I più sentiti ringraziamenti vanno inoltre a tutte quelle persone che materialmente hanno contribuito nei vari passaggi dell’Iter, tra i quali vogliamo ricordare il consigliere Eugenio Patanè, il consigliere Fabrizio Ghera, il Dott. Maurizio Esposito, il consigliere Paolo Ciani, il Dott. Amerigo Mizzon, il Consigliere Mauro Buschini, l’Assessore Alessio D'Amato ed  il Presidente Nicola Zingaretti.

Finalmente, dopo tanta attesa sono stati risolti i problemi di ordine economico finanziario che impedivano l’accoglimento della richiesta del Sim Carabinieri Lazio,  e nel BUR n. 124 del 31/12/2021 è stata pubblicata la Legge n.20 del 30 dicembre 2021 che consente l’esonero al pagamento del ticket sanitario in caso di infortunio di personale delle Forze dell’Ordine, nonché di personale della Protezione Civile, del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e della Polizia Locale, anche in caso di dimissione in codice bianco.

L’impatto economico per il triennio 2022/2024 è stato autorizzato per un ammontare previsto di 300.000 € per ciascuna annualità.

Inoltre, la Legge prevede l’esonero della spesa sanitaria in relazione a eventuali successive prestazioni strettamente correlate all’infortunio per un periodo massimo di un anno a decorrere dal giorno dell’evento traumatico.

È prevalso il buon senso, poiché la tutela della salute delle donne e degli uomini in uniforme è un valore universale, a prescindere dal posizionamento politico.

Sarebbe auspicabile che questa esenzione venga presa in considerazione dal governo centrale, poiché vi è patente disparità tra Regioni che hanno adottato la misura e le altre che ancora non lo hanno fatto.

Un gesto concreto e per nulla scontato che ha dimostrato una volta di più l’attenzione nei confronti degli operatori impegnati ogni giorno sul territorio per garantire ordine e sicurezza alla collettività, sovente a rischio della propria incolumità, e che la sinergia tra le Forze Politiche e le Forze di Polizia può e deve portare a sempre migliori risultati.

 

SIM CARABINIERI
Segreteria Regionale Lazio.

#maipiùsoli

Continua a leggere


Condividi: