Il TAR Lazio annulla i provvedimenti di sospensione dal servizio e dalla retribuzione per i dipendenti pubblici non vaccinati

  • 20 / 03 / 2022 122 Views

o scorso mercoledì 2 febbraio, il TAR Lazio ha emesso tre decreti con cui sono stati accolti, ancorché in via cautelare, altrettanti ricorsi tesi ad ottenere l’annullamento dei provvedimenti con cui il Ministero della Giustizia ha disposto la sospensione dal servizio e dalla retribuzione, fino alla comunicazione dell’avvio o del completamento del ciclo vaccinale primario, nei confronti di alcuni dipendenti del Ministero della Giustizia non vaccinati.
Si tratta di un rilevante orientamento formatosi in senso al TAR Lazio che, aggiungendosi ad altre pronunce conformi, ha permesso di valorizzare i diversi principi di rango costituzionale sottesi alla scelta di tutti quei dipendenti pubblici (miliari e civili) che, a tutt’oggi, hanno deciso di non sottoporsi all’obbligo vaccinale anti Covid – 19.
I decreti del TAR Lazio sono stati tutti resi su ricorso degli appartenenti alla Amministrazione Penitenziaria nei confronti del Ministero della Giustizia (decreto n.721), al Provveditorato Regionale per la Lombardia (decreto n.724) alla Direzione della Casa Circondariale (decreto n.726).

Va evidenziato che il Presidente della Quinta Sezione del Tar Lazio, la rilevato come i ricorsi prospettassero “in sostanza profili di illegittimità costituzionale della normativa concernente l’obbligo, per determinate categorie di personale in regime d’impiego di diritto pubblico, di certificazione vaccinale ai fini dell’ammissione allo svolgimento della prestazione lavorativa”, ritenendo che “… in relazione alla privazione della retribuzione e quindi alla fonte di sostegno delle esigenze fondamentali di vita, sussistono profili di pregiudizio grave e irreparabile, tali da non tollerare il differimento della misura cautela-re sino all’esame collegiale”.

Chiaramente le tre sospensive produrranno effetti solo per coloro che sono ricorsi innanzi al TAR. Per tutti gli altri dipendenti pubblici, invece, rimane vincolante la disposizione dei decreti del Governo.

 

AVV. MARIO LAZZARI   
Studio Legale Lazzari & Partners

Continua a leggere


Condividi: