La didattica a distanza ti salva la vita

  • 01 / 07 / 2022 36 Views

ROMA -  Su segnalazione del SIM Carabinieri Campania, giunge la richiesta inerente alla necessità, per ragioni igienico sanitarie legate all’emergenza pandemica da Covid-19, di svolgere in modalità videoconferenza sincrona la seconda fase del 5° Corso V.B. Scuola di Velletri. In particolare, il corso in oggetto, che prenderà avvio il 4 luglio 2022, coinvolge circa 775 militari cui si aggiungono i militari del quadro permanente della Scuola di Velletri.

Un tale assembramento per lo svolgimento del corso in presenza, alla luce della attuale situazione pandemica che registra negli ultimi giorni un aumento esponenziale di contagi con la curva epidemica che continua quotidianamente a salire per il dilagare della variante del virus Omicron 5, si ritiene assolutamente imprudente per la salute dei militari coinvolti che risulterebbero esposti ad un elevato rischio di contagio. A ciò si aggiunga che i militari si troverebbero a condividere con i colleghi le camerate e i bagni in comune, ove il rischio di contagio è ancora più elevato.

Come recita il nuovo “Protocollo condiviso di aggiornamento delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus sars-cov-2/covid-19 negli ambienti di lavoro” adottato dal Governo e dalle parti sociali in data 30 Giugno 2022, gli esiti del costante monitoraggio sulla circolazione di varianti di virus SARS-CoV-2 ad alta trasmissibilità delle ultime settimane sottolineano l’importanza di garantire condizioni di salubrità e sicurezza degli ambienti e delle modalità di lavoro a specifica tutela dei lavoratori stessi.

Pertanto, con il precipuo fine di tutelare la salute e sicurezza dei militari coinvolti, si ritiene necessario ed opportuno che la seconda fase del 5° Corso V.B. Scuola di Velletri si svolga IN MODALITÀ VIDEOCONFERENZA SINCRONA.

Sul punto appare utile richiamare la Legge di conversione del Decreto-legge 24 marzo 2022, n. 24, recante disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell'epidemia da COVID-19, che ha sugellato l’equiparazione giuridica della formazione in videoconferenza sincrona alla formazione in presenza.

Nulla osta, quindi, allo svolgimento del corso in modalità videoconferenza come già erogato il medesimo nell’anno 2021, tutt’al più per tutelare l’incolumità del personale coinvolto in ragione dell’aumento dei casi di infezione da Covid-19.

Alla luce di quanto sopra esposto, questo Sindacato, a tutela del benessere e della salute dei militari coinvolti nel corso in oggetto, ha richiesto che venga autorizzata l’erogazione del corso in modalità videoconferenza sincrona.

 

SIM CARABINIERI
Segreteria Nazionale

Segreteria Regionale Campania

Continua a leggere


Condividi: