SIM&ANCI Sicurezza

  • 110 Views

Protocollo d’intesa tra ANCI e SIM Carabinieri per disciplinare la collaborazione volta a promuovere una maggior cultura della sicurezza urbana partecipata. Sottoscritto dal vice presidente ANCI e sindaco di Chieti, Umberto Di Primo, e dal Segretario Nazionale Generale del SIM, Antonio Serpi, sono stati esposti i punti cardine di questo progetto. Prioritaria la necessità di rendere attuale, professionale e competente, il ruolo delle polizie locali, nella sicurezza urbana e nel controllo del territorio.

Il contributo assolutamente gratuito di SIM Carabinieri, sarà attuato nel promuovere incontri tematici e di approfondimento in tutti i comuni italiani, con percorsi di sensibilizzazione alla cultura della legalità e sicurezza, partendo dalle scuole e dai cittadini più giovani.

Il tutto volto al miglioramento delle attività delle polizie locali, nei principi del mutuo soccorso, come ribadito da Ultimo, per una sicurezza partecipata di tutti i cittadini.

” Una ricchezza non può essere definita tale se non è convidisa” ha precisato Serpi. ” La nostra ricchezza e quella del SIM Carabinieri, è la competenza: è donare il nastro tempo libero per migliorare le nostre comunità, con la prevenzione del crimine, grazie alla progettazione ambientale, per rendere più agevole il lavoro delle forze dell’ordine. Senza sostituirsi a loro, progettare spazi condivisi per gli utenti legittimi di una città o di un quartiere, per maggior condivisione sociale che riporti i cittadini ad un profondo senso di appartenenza territoriale. 

E’ disponibile il testo integrale della convenzione qui

Per ulteriori informazioni contatta il numero +39.347.18.11.287 scrivi: simanci@simcarabinieri.cc 




Condividi: