Carabinieri aggrediti: sicurezza insicura

  • 24 / 12 / 2023 90 Views

Reggio Calabria, coppia di minorenni rom, dopo aver seminato il panico in città, aggredisce i Carabinieri che tentano di impedirlo: niente carcere perché non previsto.

Questo è quanto successo, la scorsa notte, nel centro storico di Reggio Calabria. Risultato due carabinieri feriti uno ha rimediato la rottura del setto nasale.

Noi ci siamo ci siamo sempre, però purtroppo non abbiamo gli strumenti per difendere noi stessi figuriamoci i cittadini.

È nuovamente successo che dei delinquenti delle oramai note comunità Rom, in barba a tutte le leggi e ai cittadini per bene italiani, facciano sfracelli atti a mettere in pericolo chiunque si trovi a loro portata. I fenomeni di turno, infatti, un ragazzino e una ragazzina entrambi minorenni, con una Lancia Y, a forte velocità spargevano il panico per il centro storico. Subito intercettati dai nostri Carabinieri che nel frangente gli intimavano l’alt, gli stessi, incuranti e fregandosene delle forze dell’ordine, non ottemperavano all’obbligo, continuando le loro scorribande a forte velocità, investendo numerose autovetture parcheggiate, che nessuno pagherà. Solamente grazie all’abilità degli equipaggi, è stato possibile fermarli e bloccarli, senza però uscirne illesi, mentre i due minorenni sono stati affidati nuovamente alle loro famiglie, con l’ammonimento per piccolo maschio di non uscire da casa perché ai domiciliari. Non vogliamo esprimerci nel merito perché spetta ai cittadini che sappiano che noi ci siamo però la realtà e questa.

Il SIM Carabinieri augura ai colleghi un augurio di pronta guarigione, che però non distoglie evidenziare il reale pericolo, difficoltà, inefficienza delle norme, che in questo e altre migliaia di casi, contribuiscono a rendere l’Italia vulnerabile sotto l’aspetto sicurezza con ripercussioni di convivenza civile.

 

SIM CARABINIERI

Segreteria Nazionale

Segreteria Regionale Calabria 

 

Continua a leggere


Condividi: