Supporto psicologico e benessere

  • 18 / 03 / 2023 425 Views

ROMA - Il SIM Carabinieri è lieto di comunicare a tutti gli iscritti un’importante iniziativa finalizzata a supportare coloro che vivono momenti difficili della loro vita personale e professionale. Molteplici possono essere infatti i fattori che determinano un disagio psicologico che affligge un Carabiniere il quale, per ragioni personali ed anche per timore di ripercussioni professionali, non rappresenta a nessuno la propria sofferenza, rimanendo solo. Queste particolari situazioni spesso tendono a peggiorare, sino a giungere in rari casi al compimento di un gesto estremo. Mai come in questo caso, il motto del Sim #maipiùsoli è così ben rappresentato. Al momento, il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, ha istituito un numero verde per un supporto telefonico psicologico anonimo.

A questa prima misura, il SIM Carabinieri aggiunge una seconda attività in favore dei carabinieri iscritti al sindacato che hanno bisogno di aiuto psicologico, agendo così anche nell’interesse dell’Istituzione. Una misura che garantisce il contatto umano e la necessaria presenza che un supporto telefonico non potrà mai garantire.

Nella Provincia di Teramo è stato avviato un progetto pilota che sarà poi effettivo su tutto il territorio: gli iscritti avranno, infatti, la possibilità di recarsi gratuitamente, per la prima seduta, da uno psicoterapeuta convenzionato operante nella provincia di residenza, senza che l’Arma o il Sindacato stesso ne siano a conoscenza, semplicemente esibendo la tessera di iscrizione al SIM Carabinieri, garantendo così l’anonimato. L’eventuale prosieguo del percorso con il professionista sarà garantito a prezzi agevolati, grazie alla convenzione stipulata con il SIM.

Sapere di avere uno specialista che può aiutarti è importantissimo, soprattutto per chi non ha altre possibilità ed ha bisogno di aggrapparsi alla vita.

L’azione posta in campo dal SIM Carabinieri ha la finalità di aiutare tutti i Carabinieri che avvertono un disagio psicologico ed hanno bisogno di un supporto presente e vicino,  coloro i quali hanno difficoltà che possono aumentare se non si interviene subito per scongiurare un epilogo fatale.

Il Carabiniere ha così la possibilità di affrontare gli ostacoli che possono essere superati con il giusto supporto, recuperando serenità personale e professionale, nella certezza dell’anonimato in quanto la prestazione viene erogata dal Sindacato in anticipo per tutti gli iscritti, senza avere alcun contatto successivo con il professionista. E’ anche possibile proseguire un percorso di sostegno a prezzi in convenzione  particolarmente vantaggiosi.

Il SIM Carabinieri assicura quindi quel primo contatto che spesso manca, quella mano tesa, quell’aiuto che può salvare una vita.

 

SIM CARABINIERI

Segreteria Nazionale

#maipiùsoli




Condividi: